or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Favole al volo

A campaign of
Giulia Gallucci

Contacts

A campaign of
Giulia Gallucci

Favole al volo

Campaign ended
  • Raised € 39.00
  • Sponsors 3
  • Expiring in Terminato
  • Type Make a pledge  
  • Category Books and publishing

A campaign of 
Giulia Gallucci

Contacts

The project

La nonna stava seduta in poltrona a leggere un libro di avventure. All'improvviso sentì un grido provenire dalla camera di Claudia, lasciò subito il libro per correre e vedere cosa stava succedendo. “Claudia come ci è arrivata Valeria sul letto a castello se lei sa appena gattonare?”. “Nonna ma non vedi che la camera é piena di folletti?” ,le rispose Claudia . Ecco questo era il suo modo per far sapere che non era colpa sua. La nonna fece scendere Valeria dal letto a castello mentre Claudia le diceva che i folletti dovevano ubbidire a lei che era la “PRINCIPESSA DEI FIORI” . Poi continuò : Nonna prepariamo tutto, come quando lo abbiamo fatto nel prato alla Badia”. Nella camera c'erano giocattoli sparpagliati ovunque e non c'era niente che somigliasse ai fiori, ma la nonna per Claudia era magica perciò doveva inventarsi qualcosa. Per prima cosa bisognava mettere ordine nella camera. Mentre Claudia e la Nonna mettevano i giocattoli nell'armadio e nei cassettoni delle scale del letto a castello ,Valeria batteva le mani in segno di approvazione . Quando tutto fu messo a posto la Nonna disse a Claudia che aveva portato una carta magica per fare i fiori. Prese la carta crespo, le forbici, la colla, del fil di ferro e dei bottoni e disse alla nipotina che si sarebbero fatto aiutare anche da Valeria. “ Ma nonna, ha solo un anno” rispose Claudia. E la nonna: “Certo ed i Folletti allora a cosa servono” . La nipotina la guardò e sottovoce gli disse :”Ma io prima facevo per finta”. La Nonna rispose che già aveva chiamato i Folletti del Prato BLU perché erano i meno dispettosi. Loro avrebbero insegnato a Valeria a fare i fiori di carta. Claudia rimase a bocca aperta non sapeva mai dove iniziava la Magia e dove la realtà , con Nonna Giulia tutto era possibile. Finalmente incominciarono a scegliere i colori della carta. La nonna disse che Valeria doveva salire al secondo piano del letto a castello insieme ai Folletti cosi non avrebbero dato fastidio.” Nonna e se poi cade?”,disse Claudia. “Non preoccuparti”, rispose la nonna “Diremo al Folletto più grande di stare bene attento. Cosa dici se ci facciamo fare i fiori gialli?” “ Sì va bene però li dobbiamo controllare perché lei è piccola.”

CONTINUA A LEGGERE

Comments (0)

Per commentare devi fare