oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Recupera la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Password inviata

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Finanziato

Buongiorno taranto

73
sostenitori
Fine
Un esorcismo, una sfida, un'immersione spericolata... Buongiorno Taranto è un progetto per costruire una narrazione fatta di immagini, suoni e parole della città più avvelenata d'Europa. Al la realizzazione dell'omonimo film con la regia di Paolo Pisanelli, prodotto dalla cooperativa leccese Big Sur e dell'associazione OfficinaVisioni con il sostegno dall'Apulia Film Commission.
Il film è realizzato insieme agli abitanti della città più avvelenata d'Europa, con la partecipazione di Michele Riondino.

Buongiorno Taranto è un saluto a una città che si risveglia dal torpore di un'allucinazione collettiva in cui è caduta nella ricerca di una felicità illusoria. È un sole che si fa spazio tra le nuvole di fumo per esorcizzare la paura e sfidare l'immobilismo, l'indifferenza e la rassegnazione.

Il film è un viaggio attraverso le tensioni e le passioni di una città immersa in una nuvola di smog. Le rabbie e i sogni dei suoi abitanti sono accompagnati dalla cronaca di una radio nomade e intermittente, che ogni mattina in diretta dalla città vecchia saluta i radioascoltatori: “Buongiorno Taranto!”. È una radio strampalata, fatta di parole, musica e tante immagini, un cine-occhio digitale che scandisce il ritmo del film e insegue gli eventi che accadono ai confini della realtà, tra rumori alienanti e odori irrespirabili. Un viaggio sur-reale accompagnato da esplosioni di bellezza sommersa e ipnotici tramonti sul lungomare.

Quella di Taranto è una storia che riguarda tutti: è lo specchio del degrado di un’Italia in crisi esistenziale che dopo aver puntato sul processo di industrializzazione di un Mezzogiorno prevalentemente rurale, ora si trova incagliata nei conflitti aperti tra industria e ambiente, tra identità e alienazione, tra salute e lavoro. Taranto oggi è chiamata a scegliere quale strada seguire, superando quel “Ce m n futt a me!” (che me ne importa a me?) che ha accompagnato il processo di degrado della città e dell'Italia tutta.
Per contribuire alla rinascita di questo territorio ai confini della realtà è necessario sentire propria la sua storia e considerarsi tutti un po' tarantini.

PERCHÈ SOSTENERCI?
Abbiamo iniziato l'avventura del film Buongiorno Taranto a luglio 2012, quando l'inchiesta della magistratura ha portato alla sospensione delle attività dell'Ilva, mettendo in luce le tante contraddizioni di una città divisa tra salute e lavoro. Si è acceso un faro su una questione che esiste da decenni, ma che solo nell'ultimo anno è esplosa in tutte le sue contraddizioni.

A novembre 2012 l'Apulia Film Commission attraverso il National Film Fund III ha scelto di sostenere il progetto.
Per rendere il prodotto filmico più ricco di contenuti, in fase di post-produzione, chiediamo un contributo collettivo attraverso il crowdfunding.
L'obiettivo è il raggiungimento della quota di 5.000 euro.
La fase di montaggio e post-produzione si concluderà a fine dicembre 2013 e l'uscita del film è prevista per il prossimo anno.

Per aiutarci a completare questo viaggio è possibile prenotare una quota di sostegno al progetto, cliccando il pulsante “SOSTIENI” e seguendo le istruzioni.
Sono a disposizione 500 quote da 10 euro. Chi decide di acquistarne più di una avrà a disposizione una serie di rewards relativi al progetto, dal dvd, alla maglietta, alla locandina.

10 euro
Il tuo nome apparirà nel sito www.buongiornotaranto.it e nei titoli finali del film

20 euro
Il tuo nome apparirà nel sito www.buongiornotaranto.it e nei titoli finali del film e avrai la possibilità di vedere il film in streaming dopo la sua prima uscita ufficiale

30 euro
Il tuo nome apparirà nel sito www.buongiornotaranto.it e nei titoli finali del film e riceverai una copia del DVD del film “Buongiorno Taranto” (spese di spedizione incluse)

50 euro
Il tuo nome apparirà nel sito www.buongiornotaranto.it e nei titoli finali del film, riceverai una copia del DVD del film “Buongiorno Taranto”, una maglietta con il logo (spese di spedizione incluse)

100 euro
Con due quote da 50 euro il tuo nome apparirà nel sito www.buongiornotaranto.it e nei titoli finali del film, riceverai tre copie del DVD del film “Buongiorno Taranto”, due magliette con il logo e avrai in omaggio la locandina originale del film!

Oltre 100 euro
Diventi socio sostenitore!

PERCHÉ RACCONTARE TARANTO?
Raccontare la storia di una città come Taranto è per noi un gesto di naturale evoluzione del percorso seguito finora. Dall'inizio della nostra storia, infatti, come laboratorio di comunicazione abbiamo riservato un'attenzione particolare alle tematiche sociali e del territorio. Abbiamo portato il cinema documentario in piazza con il progetto di Cinema del reale, siamo entrati in punta di piedi nei Centri diurni per incontrare e valorizzare le risorse creative di persone in difficoltà, abbiamo varcato la soglia dei Centri di accoglienza per Immigrati per dare voce alle paure e alle speranze di tante persone alla ricerca di un futuro migliore, siamo stati tra le macerie dell'Aquila per raccontare la storia di una città distrutta dal terremoto. Abbiamo filmato per raccontare le storie di oggi, storie che viviamo.
Raccontare Taranto oggi, dopo il blocco della produzione, gli scioperi e i terremoti giudiziari dell'ultimo anno, è una scelta necessaria per dichiarare che “siamo tutti tarantini”: la città dei due mari è lo specchio della crisi d'identità e di modello di sviluppo dell'Italia e soprattutto del Sud, che negli anni ha svenduto la sua bellezza per l'industrializzazione e la sua salute per un posto di lavoro. Fare un film su questa vicenda significa per noi partecipare attivamente alle sorti della città e raccontare i suoi conflitti e la sua bellezza come qualcosa che appartiene a tutti.
  • francesco
    3 anni, 6 mesi fa
    ottimo!
  •    
    • michele
      3 anni, 7 mesi fa
      grazie a questo film tutto il mondo conoscerà quello che realmente l'ilva ha causato alla città di Taranto.
    •    
      • Mauro
        3 anni, 7 mesi fa
        OccupyILVA
      •    
        • giorgio
          3 anni, 7 mesi fa
          Bravo Paolo avanti con Taranto!
        •    
          • Rosi
            3 anni, 8 mesi fa
            grazie del vostro impegno per questa terra meravigliosa
          •    
            • gianni
              3 anni, 9 mesi fa
              da Otranto la sera dall'OFFF (Otranto Film Fund Festival)
            •    
              • Tatiana
                3 anni, 10 mesi fa
                Grazie, davvero un progetto che DEVE essere sostenuto.
              •    
                • Luigi
                  3 anni, 10 mesi fa
                  Taranto era un posto magico di una bellezza rara. Restituiamo il suo genius loci
                •    
                  • margherita
                    3 anni, 12 mesi fa
                    Grazie di cuore per il vostro lavoro. Avanti così, ce la faremo!
                  •    
                    • Cecilia
                      4 anni fa
                      ottimo lavoro complimenti, cecilia
                    •    

                      per commentare devi fare login
                      Hey! Non ci sono ricompense abbinate a questo progetto!