oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Janvier

Una campagna di
Pier Paolo Patti

Contatti

Una campagna di
Pier Paolo Patti

documentari & inchieste

Janvier

Campagna terminata
  • Raccolti € 4.000,00
  • Sostenitori 96
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Prenotazione quote  
  • Categoria Documentari & inchieste

Una campagna di 
Pier Paolo Patti

Contatti

Il Progetto

SINOSSI
Alienato e consumato dalla vita, Janvier è un musicista francese di mezza età che vive ai margini di una metropoli dove si affastellano e confondono - nella monocromia di lamiere e cemento - le etnie, le voci, i rumori degli esclusi.
Janvier è incompatibile col mondo che lo circonda, ma sfugge alle sue dinamiche attraverso l’anonimato, l’auto-esclusione: non essere nessuno gli permette di essere libero di “attraversare” la città, di interpretarla e interagire con essa a modo suo.
Per lui la vita è altro, altrove, nei vari livelli della sua “orchestra mentale” dove a tutto corrisponde un suono. Del suo vagabondare semi-assente conserva maniacalmente solo oggetti trovati per strada o nella spazzatura, materiali di scarto che lui smonta e riassembla, trasforma e trasfigura, reinterpreta e modella con fare alchemico fino a farli rinascere sotto forma di aggeggi e diavolerie elettroniche in grado di produrre suoni, rumori e fruscii che lui sapientemente accosta e compone dando vita alla “sua” musica. Una musica di confine che nasce nella follia di un un isolamento necessario: è nella sperimentazione sonora che il protagonista ricerca e crea una forma estrema di sopravvivenza, di autenticità, e si fa interprete di un tempo che fluisce lento e solitario con le sue armonie che si distruggono nel momento stesso in cui vengono create, che si creano nel momento stesso in cui Janvier, per amore della libertà, si distrugge.


NOTE DI PRODUZIONE
Cortometraggio di fiction pensato e scritto intorno allʼuniverso della sperimentazione musicale nella sua vertente più intimista: il protagonista, Janvier, è un personaggio inventato che, in un singolare processo di commistione e astrazione, crea strumenti ex-novo attraverso cui compone e esegue la propria musica in controtendenza alle logiche e alle dinamiche classiche di produzione, per pura necessità espressiva.

Il progetto Janvier viene alla luce da unʼidea maturata allʼinterno del sodalizio artistico tra Pier Paolo Patti e i Retina.it, collaborazione duratura che nel corso degli anni ha prodotto videoclip, film dʼarte e performance che hanno battuto i terreni dei maggiori festival di arte e musica elettronica. Janvier è una riflessione approfondita sullʼarte di sperimentare nuove sonorità e sulle modalità di esecuzione della musica elettronica improvvisata; i materiali accumulati e le competenze acquisite negli anni dal duo partenopeo lasciano intravedere orizzonti di lavoro vastissimi.
Il cortometraggio nasce in un momento puramente musicale: una performance live eseguita dai Retina.it con un set composto da vecchie macchine e moduli auto-costruiti ricavati da materiale di risulta e reinterpretati con sapienza e padronanza.

Le ispirazioni affondano le proprie radici in un humus culturale - sia musicale che cinematografico - che fa riferimento alla scena artistica di ricerca, dalle primordiali sperimentazioni linguistiche degli anni 50/60/70, ovvero quei movimenti avanguardisti a cui tutti in seguito faranno riferimento, fino ad arrivare allʼindustrial degli anni 80/90 e al concettuale del nuovo millennio.
Nella sceneggiatura sono presenti riferimenti culturali attinti dal Manifesto Futurista di Russolo del 1922.

Lʼesperienza e la passione per il mondo dei linguaggi sperimentali, partendo dallʼesigenza artistica di creare immagini plasmando i suoni, sono i cardini dellʼestro creativo del regista. Una peculiarità lavorativa attraverso cui Pier Paolo Patti trasforma tutto ciò che è improvvisazione e ricerca in un mondo immaginifico dentro il quale è necessario perdersi. Solo così, col supporto di una storia di pura fantasia, diventa possibile esplorare la polifonia dei mondi reali.
La fotografia del film è un bianco e nero molto contrastato, in riferimento ad una composizione musicale senza orpelli, essenziale, asciutta, fatta eccezione per alcune scene dove il colore invece assume un importanza narrativa, unʼuscita dal binario, un incidente.
La lingua del protagonista è il francese che si mescola alle lingue diverse degli altri interpreti (cinese, spagnolo, inglese, italiano), dando vita ad una contaminazione continua di lingue e culture, a voler creare un parallelo tra lʼevoluzione della lingua e della musica, un miscelarsi incessante che nei secoli di storia ha prodotto espressioni nuove, creole.

SCENEGGIATURA: http://www.mastofabbro.org/JANVIER-sceneggiatura.pdf

STORYBOARD: http://www.mastofabbro.org/janvier-storyboard.pdf


TROUPE:
Regia: Pier Paolo Patti
Sceneggiatura: Emanuele De Amicis, Pier Paolo Patti
Protagonista: Didier Daimonax
Musiche: Retina.it
Omaggio sonoro al manifesto futurista: Asferico (Alex Gamez)
Strumentazioni sonore: Nicola Buono
Consulenza musicale: Lino Monaco
Fotografia: Salvatore Zerbo
Aiuto regia: Stefano Cormino
Animazioni 3d: Andrea Paduano
Scenografie: Ciro Vitale, Mario Paolucci
Fonico di presa diretta: Ignazio Velucci
Editing e Post-produzione: Pier Paolo Patti, Stefano Cormino
Responsabile di produzione: Adriano Foraggio
Produzione: Mastofabbro


Pier Paolo Patti (regia)
Artista eclettico e professionista della macchina da presa, Pier Paolo Patti opera da oltre dieci anni nel settore della produzione audiovisiva e della video-arte.
Nel corso della sua carriera, caratterizzata da un evolversi continuo di sperimentazione e ricerca di nuovi linguaggi, ha presentato le sue opere video in esposizioni personali e collettive sul territorio nazionale e all’estero, partecipando a rinomati festival di audiovisivi e di arti elettroniche.
Autore di videoclip musicali, cortometraggi, documentari, video scenografie per performance, animazioni e videoinstallazioni, Pier Paolo Patti vanta la collaborazione con artisti e musicisti di fama internazionale. Oggetto della riflessione personale del regista è il dissidio esistenziale: con un'espressione metaforicamente estrema, violenta, emotivamente ed intellettualmente provocatoria, l’artista trasforma la materia concettuale della sua opera in indagine delle diverse forme di violazione, abuso e sopraffazione che caratterizzano le società contemporanee.
Nel 2002 fonda insieme a Stefano Cormino il marchio di produzione Mastofabbro, sinonimo di creazioni indipendenti e sperimentali, una solida realtà ormai affermata sul territorio nazionale.
Pier Paolo Patti è presente in cataloghi d’arte e in saggi sui nuovi linguaggi con testi di: Raffaella Barbato, Massimo Bignardi, Franco Cipriano, Marco di Capua, Tiziana Di Caro, Chiara Gelato, Giuseppe Limoni,  Carla Rossetti, Stefano Taccone, Giacomo Verde, Stefania Zuliani.

info: http://www.mastofabbro.org/PierPaoloPatti.pdf

Retina.it (musiche e suono)
Retina.it, ovvero Lino Monaco e Nicola Buono, è un duo fondato nella seconda metà degli anni ’90 alle pendici del Vesuvio che affonda le sue origini nel panorama techno e new wave degli anni ‘80.
Presente sulla scena musicale elettronica nazionale e internazionale da oltre vent’anni, Retina.it sin dagli esordi ha esplorato a fondo lo studio di nuove soluzioni sonore sfruttando le potenzialità dei synth analogici. Mediante un uso indifferenziato di sonorità ricavate da synth modulari e digitali, dalla registrazione di suoni prodotti dagli oggetti o dalle vibrazioni degli ambienti, Retina.it si spinge nella continua ricerca di una propria identità sonora.
La musica del duo pompeiano ha incantato e convinto diverse etichette discografiche come Hefty records (Us), Mousikelab (It), Flatmate/Storung (Es) e Glacial Movements (It).
Retina.it ha inoltre collaborato con diverse personalita' del mondo della musica e delle arti visive e performative, come ad esempio John Hughes, Marco Messina, Claudio Sinatti, Gabriella Cerritelli, Pier Paolo Patti, Giorgio Li Calzi , Red Sector A.
Retina.it ha inoltre condiviso il palco con diversi artisti internazionali tra cui Kraftwerk, Plaid, Alva Noto, Rechenzentrum, Pole, Apparat, Matmos, Telefon tel aviv, Ikue Mori & Zeena Parkins , Kim Cascone , Kangding Ray , Mika Vainio Aoki Takamasa, e moltissimi altri.

Info: http://www.retinait.com/

Asférico (suono: omaggio al manifesto futurista di Russolo)
Alex Gamez è laureato in "Optics and Optometry" presso l'Universitat Politècnica de Catalunya. Sin dal 1995 si occupa di musica sotto vari aspetti, dal DJ-ing alla produzione. Sound artist e sound designer, attualmente produce con il nome d’arte Asférico, proposta che emerge dall'esigenza dell'artista di creare e sperimentare senza perdere mai di vista il "groove". Nel gennaio del 2006 fonda Störung, Label che si concentra sulla musica e sulle arti visive elettroniche sperimentali. Cura assiduamente questo progetto, che ha come scopo primario promuovere e supportare un’ampia gamma di tendenze nel campo della musica elettronica, organizzando performances live, programmi radiofonici e releases, per consentire al pubblico di fruire a pieno titolo dell'espandersi di queste tedenze musicali ed artistiche. Successivamente all'inizio della sua collaborazione con Kim Cascone, sviluppatasi nel 2008, viene coinvolto come produttore nel progetto Hydrophonia nel 2010, operando principalmente a Barcellona. E' inoltre manager di FlatMate Music, una sub-etichetta di Störung.

Info: http://www.asferico.net/

Mastofabbro (produttore esecutivo)
Avventura produttiva sperimentale e trasversale, Mastofabbro è un luogo di produzione video e di ricerca artistica che si esplicita in una proposta espressiva dal forte impianto socio-ideologico.
Bottega creativa, aperta e dinamica, che tende a combinare l’artigianalità della creazione - intesa nella sua accezione più pura di manufatto - con la tecnologia digitale, Mastofabbro si muove tra esperienze sperimentali - inediti e spiazzanti percorsi che indagano sulla condizione umana nella società contemporanea - e progetti caratterizzati da un più tradizionale impianto narrativo, dove il racconto audiovisivo prende le mosse da territori “confinanti” come la danza, la musica, il teatro o la letteratura.

Info: http://www.mastofabbro.org/

Cerchiamo amanti dell’arte cinematografica e della musica sperimentale che si innamorino di “Janvier” così come lo amiamo noi e che vogliano finanziare il progetto per aiutarci a sostenere le spese di produzione, il noleggio dell’attrezzatura e gli spostamenti della troupe e del cast.

La realizzazione del progetto prevede un budget di 4000,00 €
Acquistando una o più quote sarete i nostri principali collaboratori, per voi abbiamo previsto i seguenti riconoscimenti:

1 quota 20 € ringraziamenti nei titoli di coda
3 quote 60€ ringraziamenti nei titoli di coda+DVD con extra (spedizione a carico nostro)
6 quote 120€ co-produttore+DVD con extra (spedizione a carico nostro)
9 quote 180€ co-produttore+cofanetto contenente: DVD con extra e cd audio con colonna sonora (spedizione a carico nostro)

Clicca su “SOSTIENI”
Scegli il numero di quote (una quota = 20 euro, due quote = 40 euro, ecc.)
Compila il form inserendo i tuoi dati
Clicca Invia

Attenzione: nel momento in cui prenoti una quota NON dovrai anticipare il denaro. Solo una volta che il traguardo sarà raggiunto e le quote saranno tutte prenotate ti verrà chiesto di versare il denaro promesso (tramite bonifico o bancoposta).

Commenti (26)

Per commentare devi fare
  • VN
    Valentina  Ho deciso di sostenere questo progetto, perchè vanno sempre sostenute idee nuove ed originale, la volontà di vederle realizzate in un Italia che ci ha lasciato da soli ma che ancora non ucciso le nostre menti daq cui nascono progetti come questo. In bocca al lupo ragazzi!!!
    • NC
      NUNZIA  JANVIER mi ha affascinato subito ,perchè ci racconta che la vita è altro e perchè cerca incessantemente di far risuonare la sua nota interiore...
      • CM
        Corrado  in bocca al lupo! ciao, korry
        • FC
          Franco  Ecco fatto. Vi produco!
          • md
            marika  in bocca al lupo ragazzi. lo meritate che il progetto vada a buon fine. a nome di tutto il FAITO DOC FESTIVAL
            • PA
              Paola  Forzaforza
              • ND
                Nicola  ... Ho fatto!
                • FM
                  Filippo  forza ragazzi!
                  • re
                    rosanna  in bocca al lupo!!!
                    • ev
                      emilio  e antiamo!

                      Gallery