or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

4° festival del giornalismo - modica

A campaign of
Il Clandestino - con permesso di soggiorno

Contacts

A campaign of
Il Clandestino - con permesso di soggiorno

events & festivals

4° festival del giornalismo - modica

Campaign ended
  • Raised € 2,500.00
  • Sponsors 44
  • Expiring in Terminato
  • Type Make a pledge  
  • Category Events & festivals

A campaign of 
Il Clandestino - con permesso di soggiorno

Contacts

The project

Il mensile "Il Clandestino - con permesso di soggiorno" organizza con "I Siciliani giovani" e "Libera Sicilia" la quarta edizione del "Festival del Giornalismo". Dal 30 al 2 Settembre, nella splendida cornice del Centro Storico di Modica, si riaccenderanno i riflettori sulla kermesse dedicata al giornalismo, quello vero. Seminari, conferenze, workshop, presentazioni. Sul palco del "Festival", negli scorsi tre anni, si sono alternati alcuni dei grandi nomi del giornalismo di casa nostra: Bolzoni, Roccuzzo,Tinti, Spampinato, Fava, Maniaci, Fracassi, Orioles, Sciacca, Lo Bianco, Viviano, Ziniti (solo per citarne alcuni).

Il gruppo de "Il Clandestino", ben descritto in questo articolo de "Il Fatto Quotidiano" da Nando Dalla chiesa (link : http://bit.ly/qU8rUU ) ha rimesso in moto la macchina organizzativa della quarta edizione che si preannuncia ricca di grandi ospiti ed eventi di spicco.

"Il Clandestino" per il proprio mensile, così come per il "Festival del Giornalismo", non riceve alcun finanziamento. I componenti della redazione (in questo caso anche organizzatori dell'evento) svolgono questo lavoro a titolo gratuito, cercando di regalare al comprensorio un pizzico di sana informazione con inchieste, politica e cultura. E attraverso iniziative di questo tipo.

Aiutaci anche tu, tramite la "Produzione dal Basso", a compiere un "pezzo" di questo grande progetto.


Con l'acquisto di 1 quota in omaggio 10% di sconto su uno dei workshop in programma + 50 % di sconto sull'abbonamento in pdf al mensile "Il Clandestino"

Con l'acquisto di 2 quote in omaggio 10% di sconto su uno dei workshop in programma + 50 % di sconto sull'abbonamento in pdf al mensile "Il Clandestino" + un gadget

Con l'acquisto di 3 quote in omaggio 10% di sconto su uno dei workshop in programma + abbonamento annuale in pdf al mensile "Il Clandestino" + un gadget

Con l'acquisto di 4 quote in omaggio 30% di sconto su uno dei workshop in programma + abbonamento annuale in pdf al mensile "Il Clandestino" + un gadget



Il Clandestino

L’Associazione culturale “Il Clandestino” nasce a Modica nel Gennaio del 2009, con lo scopo di pro- muovere iniziative ed eventi di carattere culturale nel territorio modicano.

E’ editrice dell’omonimo mensile, Il Clandestino – Con permesso di soggiorno.

Il giornale è nato dalla voglia di impegnarsi, dall’esigenza di non stare a guardare, dal bisogno di far sentire la propria voce; ha avuto un’impronta fortemente locale, non tralasciando di parlare dei potenti forti presenti sul territorio.

“Un gruppo di giovani e giovanissimi giornalisti – come affermato da Nando Dalla Chiesa - tutti di Modica, provincia di Ragusa, tiene in piedi un mensile frizzante e coraggioso, rinnovando una tradizione siciliana che resiste alla forza di Internet e alla proverbiale carestia di soldi”.

Numerose le inchieste curate dal mensile, dalla vicenda relativa all’Ospedale Maggiore di Modica, alla nascita del centro commerciale “La Fortezza”, dalle infiltrazioni mafiose in provincia, alla pri- vatizzazione del cimitero, fino alla diretta della protesta dei Forconi in Sicilia.

Grazie a questi lavori, è stata assegnata alla redazione de “Il Clandestino” il riconoscimento ai gio- vani cronisti “Roberto Morrione”, dedicato al direttore di Libera Informazione e conferito nell’am- bito della quarta edizione del Premio Rostagno. Si è trattato di un momento fortemente simbolico, nato dalla volontà di attenzionare le realtà dei giovani cronisti, alle quali il giornalista scomparso ha sempre dato grande importanza.


I Siciliani giovani

I Siciliani giovani è un mensile che prende forma dal contributo di diverse testate sparse per l'Italia (www.isiciliani.it) e dalla forza dei Siciliani di Pippo Fava. I Siciliani è la voglia di cambiamento ma anche la voglia di raccontare la Sicilia e l'Italia più becere. I Siciliani, contrariamente al nome, è un ponte tra Nord e Sud, tra Est e Ovest. Tra vecchio e nuovo.

I Siciliani perché

Ogni volta che frenava  non riuscivi a tenere l’equilibrio. Così, ogni fermata era un livido. E guardando fuori dal  finestrino, invece, erano solo sorrisi, cartelloni, musica, persone.  Era l’aprile del 2006, eravamo quelli del “Ritaexpress” e viaggiavamo di notte, in mille, sullo stesso treno, attraversando l’Italia per cambiare la Sicilia. Tornavamo per votare Rita Borsellino alla presidenza della Regione Siciliana. Non eravamo organizzati da nessuno ma ci sostennero in tanti.  A Perugia fu Libera, a Trento l’Arci, a Firenze i sindacati.
Non troverete articoli della stampa ufficiale che raccontino il momento in cui abbiamo rischiato di cambiare la Sicilia, i siciliani, il nostro futuro. Ma noi li abbiamo visti lì, l’ultima volta, una buona parte de “I Siciliani”. In quel viaggio senza precedenti, scanzonato e libero. Utopico quanto bastava per dire al potente di turno, che non c’erano intoccabili. Concreto quanto bastava per infastidire tutti gli altri Vicerè di Sicilia e infine solare perché la lotta di liberazione non è affare per musi lunghi ma per sorrisi larghi. Anche se si finisce per perdere, come accadde per noi in quella primavera anticipata.
E li abbiamo incontrati ancora, in piazza a Bari, alcuni anni dopo “I Siciliani” (giovani) mentre agitavano bandiere colorate contro le mafie. Li abbiamo visti nei quartieri di Catania, lavorare ogni giorno a  San Cristoforo come a  Librino. Ma li abbiamo sentiti parlare di mafia, anche a Milano, nelle strade che portano al tribunale dove si sta svolgendo il primo processo alla ‘ndrangheta in Lombardia. A Termini Imerese, dove accanto al comunicato degli operai, in questi giorni, c’è quello degli studenti siciliani e a Barcellona Pozzo Di Gotto a spalare il fango dentro la città.
Nessuno si senta offeso, nessuno si senta escluso se continuiamo ad esserci, con rispetto e memoria. Ma siamo ciclici. Siamo anche “giovani”, con le spalle  posizionate davanti alla rete ma intenzionati a consumare le scarpe per raccontare questo Paese.
E abbiamo ancora qualcuno che continua a credere in questa storia: che è un movimento,  un ricordo privato per molti, un patrimonio di storia per tanti altri.

Libera

"Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" è nata il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall'Eurispes tra le eccellenze italiane.  Nel 2012 è stata inserita dalla rivista The Global Journal nella classifica delle cento migliori Ong del mondo: è l'unica organizzazione italiana di "community empowerment" che figuri in questa lista, la prima dedicata all'universo del no-profit.

Comments (7)

Per commentare devi fare
  • avatar
    Francesco Mi raccomando ragazzi!
    • GA
      Gaetano AdEst...
      • sg
        salvatore ci sono ci sono ci sono! e stavolta il gadget non mi sfuggirà!!!
        • NS
          Nino Più forte ragazzi ... e il futuro sarà migliore ...
          • PI
            Piero sempre così ragazzi, avanti tutta, in bocca al lupo
            • CC
              CARLO ...un grande in bocca al lupo
              • fd
                frameOFF Frameoff vi sostiene! Buona co-produzione!

                Community

                None