or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

"italia sveglia! - note per destare un paese pt. 1"

A campaign of
gruppo musicale ALTERA

Contacts

A campaign of
gruppo musicale ALTERA

"italia sveglia! - note per destare un paese pt. 1"

Campaign ended
  • Raised € 2,400.00
  • Sponsors 75
  • Expiring in Terminato
  • Type Make a pledge  
  • Category Music & concerts

A campaign of 
gruppo musicale ALTERA

Contacts

The project

un progetto rock coraggioso, indipendente, dedicato al difficile momento che attraversa il paese e la gran parte dei suoi abitanti... un disco provocatorio e fuori dagli schemi:"ITALIA SVEGLIA! note per destare un paese pt. 1" dei genovesi ALTERA

"... IL VERO FASCISMO E' PROPRIO QUESTO POTERE DELLA CIVILTA' DEI CONSUMI CHE STA DISTRUGGENDO L'ITALIA. QUESTA COSA E' AVVENUTA TALMENTE RAPIDAMENTE CHE IN FONDO NON CE NE SIAMO RESI CONTO...(Pier Paolo Pasolini)

Si tratta di un album digipack diviso in due parti, che è anche una sorta di "librino" sul tema, con una grafica da block notes che racchiude le 12 pagine del booklet, quasi tutto di testo; una traccia video (un cortometraggio di 15' minuti) completa il tutto. Il 2 giugno, esce la 1° parte, con in copertina un'immagine dell'Europa dal satellite, con l'Italia non a caso... spenta, al buio... IL LOGO DI "PRODUZIONI DAL BASSO" FA BELLA MOSTRA DI SE' SUL RETRO COPERTINA DEL CD,indipendentemente dal raggiungimento o meno delle quote, come contributo per far conoscere la piattaforma.

"Italia sveglia!" è un lavoro che costituisce un "punto a capo" sulla crisi "totale" del nostro paese ma soprattutto è un invito a contrastare l'immobilismo, le "paure italiane" e l'anti-politica inutile,ad impegnarsi in prima persona... tra citazioni di Pasolini, Calamandrei e Pertini ed un ospite speciale: don Andrea Gallo, il "prete da marciapiede" della comunità di S. Benedetto al Porto GE. L'album si muove liberamente attraverso il filo della Memoria, prendendo come riferimento imprescindibile i fatti del dopo terremoto a L'Aquila e il futuro "non pervenuto" di quella città. La musica ed i suoni vanno di pari passo con il passato "recente" italiano... e con i contenuti del fitto libretto del cd, "FOTTENDOSENE ALLEGRAMENTE DELL'ESTETICA MUSICALE "ALTERNATIVA".

La grafica è stata curata dall'artista contemporaneo Enrico Musenich ed appoggia, con logo in copertina, la campagna "L'Italia sono anch'io" (www.litaliasonoanchio.it).  La 2° parte del progetto, in uscita l'anno prossimo, proseguirà e concluderà le "note per destare un paese" (per chi volesse contribuire alla stesura sarà disponibile a breve una pagina Facebook dedicata. Altera, come evidenziato nel cd, aderisce al manifesto "Dissociarsi per riconciliarsi. Dipende da noi " dell'associazione "Libertà e Giustizia" (www.libertaegiustizia.it).


I CONTENUTI DI "ITALIA SVEGLIA" PT. 1:

01 - "ITALIA SVEGLIA!" è il brano "universale"; "fotografa" con ironia le paure nostrane, invita a reagire e nel ritornello chiarisce le intenzioni: "Se il governo se ne frega, pensaci tu, se la tv ti frega, fattela tu..."). Un riff aggressivo che si “inchioda” in testa, la cassa in quattro, il ritornello da cantare e... un grido liberatorio all'improvviso... che è necessità, bisogno, urgenza.

02 - "ANCHE QUESTI SON SARDI" è una poesia dello scrittore 80enne Bruno Rombi (tradotto in più continenti ma non ancora del tutto compreso in Italia), trasformata in canzone: scritta per la sua terra nel 1965, parla adesso universalmente di identità, territorio e lavoro che non rispetta l'uomo... e dei ragazzi italiani che devono andare all'estero per trovare un futuro negato nel loro paese... Tra chitarre che raschiano le parole e l'elettronica che le costringe all'oggi.

03 - "MI HANNO RUBATO IL PRETE" racconta fatti genovesi poco noti, che svelano “Il Primo segreto di don Andrea Gallo” (ospite in voce): le sue origini, l'avvio del suo percorso di uomo e di cristiano che dedicherà l'intera esistenza agli ultimi. 02.07.1970: un intero quartiere scende in piazza spontaneamente, per protestare contro l'allontanamento di un giovane viceparroco da parte della Curia... Suoni caldi, vissuti... come la storia straordinaria che vanno a raccontare. VIDEOCLIP IN USCITA IL... 2 LUGLIO 2012!

04 – "LA BANDIERA" è un viaggio nella storia italiana del dopoguerra, un omaggio a Pertini ed a Pasolini, con le loro voci nel brano. "Comandante partigiano... ho visto la tua bandiera, verde bianca rossa... diventare nera..." è la porzione di un dialogo amaro, immaginario, con il "Presidente di tutti gli italiani", mentre Pasolini parla della "società dei consumi". Un "distillato" di Resistenza allo stato puro, al di fuori dell'inutile e fallimentare retorica celebrativa, tra cenni dell'inno nazionale e di una festa popolare mancata e attesa da tempo -GUARDA IL VIDEOCLIP: www.youtube.com/watchv=or2X_OWeFxA&feature;=youtu.be

05 – "L'AQUILA: COSI' SI UCCIDE UNA CITTA'(Italia sveglia reprise)" è una testimonianza "sonorizzata" della blogger aquilana Anna Pacifica Colasacco sui fatti incredibili del dopo terremoto, con un testo tratto dal suo blog http://miskappa.blogspot.com, da lei interpretato. Parole affilate, ruvide, disperate, intense... vive come è possibile esserlo in quel "non luogo", oggi. Con l'unico finale possibile ed auspicabile: "Italia sveglia!".

TRACCIA VIDEO: "Mi hanno rubato il prete" (cortometraggio di Stefano Bruzzone e Monica Pinna, 15' 32"). I fatti narrati nella canzone visti attraverso le foto testimoniali d'epoca di Giorgio Bergami, i giornali del periodo che ne parlarono (tra essi "Le Monde", "L'Espresso", ecc.), chiacchierando con don Gallo nello stesso quartiere, cambiato dopo 40 anni grazie alla riscoperta di quei fatti. E dopo i titolo di coda... la storia continua. “Il Primo segreto di don A. Gallo” è così del tutto svelato.


Nel RETRO COPERTINA, non a caso non compare la canonica immagine del gruppo ma una foto con 10 ragazzi e ragazze sporchi di fango... alcuni degli "Angeli col fango sulle magliette" che spontaneamente hanno ripulito Genova dall'alluvione dello scorso novembre... Sono i ragazzi come loro l'ultimo rivolo di speranza di questo paese...

LA PRESENTAZIONE NAZIONALE DEL PROGETTO SI E' TENUTA A L'AQUILA sabato 9 giugno 2012 alle ore 18.30, NEL TENDONE COMUNALE DI PIAZZA DUOMO, SEDE DELL'ASSEMBLEA CITTADINA, CON LA BAND ED ANNA PACIFICA COLASACCO.
LA PRESENTAZIONE GENOVESE SI E' TENUTA lunedì 2 luglio 2012 in piazza del Carmine NELL'AMBITO DELLA 6° ED. DELLA MANIFESTAZIONE "MI HANNO RUBATO IL PRETE"... con don Andrea Gallo, Anna Pacifica Colasacco, Bruno Rombi.


APPROFONDIMENTI SUL PROGETTO:
Un progetto ideato e coordinato da Stefano Bruzzone - testi: S. Bruzzone tranne “Anche questi son sardi” di B. Rombi tratti da "Canti per un'isola", (ed. Sardatellus GE 1965) e “L'Aquila: così si uccide una città” di Anna P. Colasacco; musiche: Davide Giancotti; arrangiamenti & produzione: Altera
“Un paese... in nero, spento, che ha paura. E'l'Italia di oggi...rassegnata, apatica, smarrita in una crisi che è anche e soprattutto sociale, civile e culturale. Come ci siamo arrivati? Come ripartire? Questo disco contiene una manciata di canzoni a tema e le riflessioni che ne sono venute fuori: la prima parte di un percorso per provare a pensare, forse a... sognare un paese diverso... “(dal retro copertina). La band cita “la necessità di “deberlusconizzare” gli italiani” e la colpa più grande del Cavaliere: “AVER APERTO I CANCELLI DEL PEGGIO DELL'INTERO PAESE”. Il "librino sul tema": è un "punto a capo" sulla crisi, mentre la 2° parte del progetto, entrerà nel vivo delle scelte “da fare” ... Le ultime righe del BOOKLET chiariscono l'impostazione della 2° parte che sarà più aggressiva sotto tutti punti di vista: suoni, testi, scritti, copertina: “E' giusto che di fatto oggi siano i mercati e le banche a decidere il destino di un paese? C'è bisogno di nuova Assemblea Costituente, un reset, un nuovo Risorgimento per rifare l'Italia e provare, finalmente, a fare... gli italiani... In “Italia sveglia! pt.2” si parlerà di ABC di una ripartenza collettiva, tra leggi da cambiare e da fare, ruolo della politica e della scuola, laicità dello Stato, banche, euro & Europa, web, “intellettuale collettivo” e impegno diretto dei cittadini...


GLI AUTORI: il gruppo musicale genovese Altera, che passa dalla "poesia elettrica" che lo ha finora contraddistinto a quello che vuole essere un provocatorio contributo da "liberi cittadini" al "bene comune"... sono autori di un genere che è stato definito "rock testimoniale", anche per l'abitudine di inserire spesso voci "esterne" al posto del cantato. Emblematico il loro "Canto di spine - versi italiani del '900 in forma canzone" del 2001 (premiato al MEI nel 2008), co - prodotto con Franz Di Cioccio PFM, con Alda Merini seminuda in copertina e la partecipazione di ospiti quali la stessa poetessa, Mario Luzi, Raffaele Crovi, Alessandro Quasimodo, Paolo Fresu, Steve Piccolo e membri delle più "note" rock band italiane: Roberto "Freak" Antoni (Skiantos), Gigi Cavalli Cocchi (C.S.I.), Francesco Moneti (Modena city ramblers), Manuel Agnelli (Afterhours), Emidio Clementi (Massimo volume), Daniele Bagni (Litfiba), Cristiano Santini (Disciplinatha), Omar Pedrini (Timoria), ecc... Da ricordare anche la partecipazione a raccolte quali "Fuori dal Mucchio vol. 1", "Aia da respia - Genova canta De Andrè", "Arci libertà e musica vol. 2" e “(Salvare) la Costituzione”, nella collana di librini artigianale d’arte “Pulcinoelefante” di Alberto Casiraghi (Osnago LC).
La band: Davide Giancotti chitarre, Stefano Bruzzone voce, Claudio Luvarà batteria e Fabio Agrone basso.
www.gruppoaltera.com



COME FARE PER SOSTENERE IL PROGETTO ?

1. Cliccate sul tasto di colore verde "SOSTIENI”, alla sinistra dello schermo.

2. Inserite il numero di quote che volete prenotare (ogni quota costa 6,00 € e dà diritto ad una copia del cd).

3. Effettuate la registrazione al sito "Produzioni Dal Basso". E’ necessario inserire un indirizzo e-mail valido, un “User name” (un nome che vi identifichi e una password a vostra scelta che va inserita due volte). Ricordate di “spuntare” l’adesione ai dati personali sotto il campo “Password.

4. Inserite i vostri dati: nome, cognome, indirizzo, città, stato e C.A.P.. e premete il tasto “INVIA”.

5. Riceverete da "PDB" una mail di conferma della prenotazione delle quote (in caso non vediate tale mail, controllate nello "Spam"): a quel punto dovrete cliccare sul link presente nella stessa mail per confermare la prenotazione. Ad ogni iscrizione/prenotazione quota deve corrispondere il click alla mail di conferma: senza quello non c'é prenotazione nè iscrizione.

6. Solo quando tutte le 400 quote necessarie saranno prenotate, "PDB" automaticamente invierà una mail con le coordinate per il versamento.

7. Ricevuto il vostro contributo vi arriverà a casa il cd... e potrete ascoltare, leggere e vedere ciò che avrete sostenuto.


Comments (16)

Per commentare devi fare
  • MD
    MARLENE BRAVI.... KISSSSSS
    • rk
      rachid fatto/risolto grazie
      • MP
        Massimo fatto!
        • gc
          giacomo ottima idea continuate così...
          • ac
            alessandro : ) we love youuuuuuu ale
            • LP
              Laura vi sostengo e vi pubblicizzo urbis et orbis!!!!
              • SM
                Stefano Maragliano Ecco,ho quotato!Forza Altera!
                • fm
                  fabrizio oh, io vi ho sostenuto... ma non c'ho capito niente di tuuta questa procedura.. mi fido di ste.. ciao
                  • Ec
                    Emanuele Carbone ... quotai
                    • ma
                      marco arena ragazzi nel nostro piccolo siamo con voi e diffondiamo l'iniziativa in bocca al lupo. Aspettiamo i cd e il caffè : ) Barbara e Marco

                      Gallery

                      Community