or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Mari Aperti per Open Arms

A campaign of
Senza Confine

Contacts

A campaign of
Senza Confine

Mari Aperti per Open Arms

Mari Aperti per Open Arms

Support this project
100%
  • Raised € 211.00
  • Sponsors 25
  • Expiring in 315 days to go
  • Type Donation  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    5. Uguaglianza di genere
    10. Ridurre le disuguaglianze
    16. Pace, giustizia e istituzioni forti

A campaign of 
Senza Confine

Contacts

The project

Leggere per cambiare il mondo. Supporta l’azione di salvataggio in mare di OPEN ARMS e ricevi Mari Aperti, la prima antologia di racconti del progetto Senza Confine

Mari Aperti: un’antologia fantastica

10 scritti, 11 autorici e autori, 10 illustratrici e illustratori, questo è quello che compone Mari Aperti la prima antologia targata Senza Confine.
Nove racconti fantastici ambientati tra le onde di mari reali o immaginari per raccontare il viaggio, l'avventura, la sofferenza, la speranza, la lotta. A chiudere questo volume anche un saggio sulla narrativa fantastica ambientata tra i flutti. Ogni scritto è accompagnato da un'illustrazione originale e inedita.

Ecco cosa troverete in Mari Aperti:

  1. In un giorno e una notte di Mauro Longo - illustrato da Pietro Rotelli
  2. Gli orfani di Assalung di Federica Soprani - illustrato da Daniela Giubellini
  3. Sette volte Wodenn di Francesco Lanza - illustrato da Barbara Aversa
  4. Lóng Nǚ, la ragazza-drago di Monica Serra - illustrato da Viviana Marinucci
  5. Pensieri di confine di Jill Parker - illustrato da Giulia Darcy Rosati
  6. L'ultimo grido degli déi di Marta Duò - illustrato da Andrea Piera Laguzzi
  7. Il rifugio del signore del mare di Andrea Marinucci Foa e Manuela Leoni - illustrato da Morgana Marinucci
  8. Aylan a chi? / Quarantesettesimo Parallelo di Alessandro Chiometti - illustrato da Claudio Calia
  9. Mare inferum di Maikel Maryn - illustrato da SoloMacello
  10. Mari di fantasia - saggio di Giorgio Smojver - illustrato da Morgana Marinucci

E una bellissima copertina ad opera dell'illustratrice e autrice fantasy italiana Mala Spina.

Come avere Mari Aperti?

Facilissimo! Ad ogni donazione dai 3,99 euro in su verrà inviata una copia digitale di Mari Aperti in formato MOBI o EPUB.

  1. Effettua la tua donazione
  2. Scrivici all'indirizzo storiesenzaconfine@gmail.com indicando il formato in cui desideri ricevere l'ebook di Mari Aperti
  3. Controlla la tua casella di posta, l'invio verrà effettuato al più tardi una volta alla settimana.

Senza Confine: narrativa e solidarietà

Estate 2019. Uomini, donne e bambini cercano di attraversare il Mediterraneo in fuga dalla guerra, dalla povertà, dalla desertificazione dei territori o semplicemente alla ricerca di prospettive di vita migliori. L’Occidente reagisce con soluzioni che vanno dall’inadeguato al disumano. I porti vengono chiusi. Organizzazioni internazionali si prodigano per portare in salvo i naufraghi sopperendo così alle mancanze degli stati.

In tutto il mondo folle di giovani e giovanissimi si radunano nelle piazze e nelle strade per chiedere la tutela dell’ambiente, la limitazione dell’inquinamento, di adottare modelli di sviluppo sostenibili, di salvaguardare il nostro pianeta, il luogo in cui viviamo.
Tutto questo mentre i governi del mondo restano a guardare.

1. L’idea: non possiamo restare a guardare...

...dobbiamo fare qualcosa.

Questo è il pensiero da cui è nato tutto, un pensiero nato guardando la realtà che ci circonda andare a fuoco ogni giorno di più, un pensiero che condiviso da tante persone, frustrato dal non ottenere una risposta.

Esistono un sacco di fronti di crisi e di conflitto e un sacco di realtà che vi operano. Dare un contributo è sempre una cosa positiva, ma per noi non era più sufficiente.

Tanti si sono messi in gioco, mettendo una nave in mare e imbarcandosi, volando in altri paesi per portare il proprio aiuto, attivandosi nel proprio territorio.

Noi crediamo che queste siano iniziative giuste, necessarie, e abbiamo sentito il desiderio di fare la nostra parte, ma non siamo medici né infermieri, non siamo marinai o tecnici, noi scriviamo, allora perché non usare la nostra scrittura per fare qualcosa di concreto?

2. Il Progetto: Senza Confine e Open Arms

Senza Confine nasce con questa idea: creare iniziative editoriali, artistiche e culturali benefiche che possano essere utilizzate per finanziare realtà che si occupano di migliorare la vita delle persone, della difesa degli animali e dell’ambiente, e che in generale contribuiscono al miglioramento della realtà in cui viviamo.

Accanto a questo, c’è anche la volontà di ribadire come la narrativa di genere, soprattutto quella fantastica, da sempre in Italia considerata “minore”, possa essere uno strumento di azione sociale e di crescita culturale.

Nel 2020 Senza Confine ha realizzato un’antologia di racconti fantasy la cui pubblicazione andrà a sostenere le attività di OPEN ARMS.

3. Perché supportare Open Arms?

Open Arms è un’Organizzazione Non Governativa spagnola operante nel Mar Egeo e nel Mediterraneo Centrale che si occupa di proteggere e salvare i migranti che tentano di raggiungere l’Europa via mare.

Si tratta di una ONG senza scopo di lucro e associata al Dipartimento di Informazione Pubblica delle Nazioni Unite, membro della International Maritime Rescue Federation e “supporting entity” di Human Rights at Sea.

Le attività di Open Arms sono finanziate al 90% da contributi privati e più del 95% dei fondi raccolti viene spesa per missioni di salvataggio in mare.
Tutte le informazioni sulla ONG sono disponibili sul sito https://www.openarms.es/it.

Le Organizzazioni Non Governative come che operano nel bacino del Medtierraneo come Open Arms, Sea Watch, Medici Senza Frontiere o Mediterranea, salvano vite umane.

Questa potrebbe essere una motivazione bastante, ma non fermiamoci qui.

Negli ultimi anni proprio questo tipo di ONG sono state il bersaglio di una feroce campagna denigratoria condotta da alcune realtà a scopo propagandistico. Campagna culminata anche nella promulgazione di leggi restrittive e punitive puntualmente disattese dal diritto internazionale.

L’attività di queste ONG va a sopperire una tragica mancanza da parte degli Stati. Fermarla non significa solo tenere delle persone sull’altra sponda del mare, significa lasciare colpevolmente che uomini, donne e bambini muoiano in modo atroce tra le onde. Uomini e donne pronti a salire su imbarcazioni inadeguate e ad affrontare una rischiosa traversata, madri e padri abbastanza disperati da mettere a rischio la propria vita e quella dei propri figli pur di raggiungere il sogno di una vita migliore.

Il fenomeno delle migrazioni, come quello della tratta degli esseri umani, è articolato e complesso, deve essere affrontato a livello globale e richiede tempi lunghi per essere governato. Nel frattempo non è tollerabile restare a guardare mentre migliaia di esseri umani perdono la vita, né è accettabile impedire loro di cercare salvezza dalle guerre, fuga dalla povertà e dalla fame, un rifugio sicuro, una prospettiva per il domani.

Supportare le ONG che si occupano di salvataggi in mare è un atto di solidarietà. Essere solidali non è un atto di “bontà”, è il modo che abbiamo per cercare di costruire un mondo più coeso e un futuro più sicuro tanto per gli altri quanto per noi stessi.

Per questo abbiamo scelto di supportare Open Arms.

4. Il Metodo

Questa iniziativa si appoggia direttamente Open Arms a cui verranno destinati i fondi raccolti senza alcun passaggio intermedio.
Questo è un elemento per noi fondamentale perché desideriamo avere la massima chiarezza e trasparenza sia nei confronti di chi partecipa alle iniziative con il proprio lavoro, sia, soprattutto, verso chi vorrà contribuire con una donazione.

Avere un rapporto diretto con i beneficiari significa che tutti i soldi raccolti (fatte salve le commissioni delle piattaforme utilizzate) andranno a destinazione senza intermediari e senza passare per altre mani, nemmeno le nostre.

Tutto quello che donerete andrà ad aiutare OPEN ARMS.

Comments (5)

Per commentare devi fare
  • avatar
    The Great Baol Ottima idea per una giusta causa!
    • AS
      Andrea La fantasia al potere! Questo libro uccide il razzismo.
      • AM
        Andrea Meravigliosa iniziativa, originale e creativa. Non vedo l’ora di poter leggere la raccolta!
        • DP
          Daniele Bella iniziativa
          • avatar
            Francesca Bravissimi!! Bel progetto!

            Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

            Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

            5. Uguaglianza di genere

            Parità di genere: raggiungere la parità di genere attraverso l'emancipazione delle donne e delle ragazze.

            10. Ridurre le disuguaglianze

            Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;

            16. Pace, giustizia e istituzioni forti

            Pace e giustizia: promuovere lo sviluppo sostenibile.

            Vuoi sostenere questo progetto?