oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

BiciTerapia di una Mila Vagante

Una campagna di
Mila Brollo

Contatti

Una campagna di
Mila Brollo

BiciTerapia di una Mila Vagante

  • Raccolti € 1.630,00
  • Sostenitori 42
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Viaggi & avventure

Una campagna di 
Mila Brollo

Contatti

Il Progetto

Il primo aprile partirò per un viaggio in sella a una bici a pedalata assistita, percorrerò più di 2000 km da Gemona del Friuli, estremo Nord Est, fino a Lampedusa. Ci impiegherò circa 2 mesi e viaggerò lenta ma inesorabile, con vento e pioggia, con sole e meraviglia. Sarà un viaggio attraverso l'Italia che mi permetterà di percepire con tutti i sensi ciò che sfugge alla frenesia quotidiana. Ho 58 anni, non sono un'atleta ma sono convinta che con la e-bike porterò a termine questa avventura.

Compio questo viaggio per me , per chi, come me, ha il diabete sa che pedalare aiuta  (nel viaggio mi verrà monitorata costantemente la glicemia dall'Università di Pisa che svolgerà una ricerca su di me), per la mia rete e per tutti quelli che vorranno seguirmi sul blog e sui Social Network, dove racconterò tutto ciò che mi accadrà. Vorrei che, attraverso voi, divenisse un vero “viaggio partecipato”.

Dicevo, per me :

sono una mamma di tre figli, ora sufficientemente grandi.  Vorrei mettermi in gioco, cogliere la sfida di far lavorare il mio corpo come non lavora da molti anni e far lavorare in modo diverso anche la mente.  Cercherò di superare al meglio le difficoltà che incontrerò. Utilizzarò per la prima volta i Social Network e "mi scoprirò" condividendo ciò che vivo sia fuori che dentro di me durante questo avvenimento. Voglio sondare i miei limiti e le mie risorse che, come quelle di tutti, credo grandissime e in buona parte inesplorate e scoprire così qualcosa che ancora non so di me, degli altri, della vita.

Per la mia rete :

Prima di tutto il movimento di Salute Mentale di Parole Ritrovate, che è presente sull’intero territorio nazionale e da molti anni si occupa, attraverso il protagonismo degli utenti e dei famigliari, di inclusione sociale, fare assieme e valorizzazione del sapere esperienziale.  Durante il percorso, sfruttando il mio passaggio,  verranno organizzati da Parole Ritrovate e dalla psichiatria, eventi di sensibilizzazione in diverse località italiane e avrò modo di conoscere centinaia di utenti, famigliari, operatori della psichiatria e di apprezzare vari e interessanti modi di declinare i servizi di questo difficile settore della medicina.

Faccio parte dell’associazione FareAssieme FVG nata dal Centro di Salute Mentale presso il quale lavoro come Tecnico della Riabilitazione Psicosociale e Psichiatrica. Questo viaggio avrà il sostegno di tutta l’associazione. Ne abbiamo discusso molto, il mio viaggio avrà anche il significato di poter pensare alla pazzia come a qualcosa non sempre e solo negativa, ma che può far nascere anche idee originali e audaci e questo viaggio, in fondo, è una vera “pazzia”.

Vorrei essere  un esempio, attraverso la mia fatica e la mia determinazione: si può fare qualcosa di straordinario, anche senza essere straordinari.

Da alcuni anni, sono anche clown di corsia volontaria.

La Fiab che patrocina l’impresa, con i suoi tanti amici di tutta Italia mi supporterà localmente ed io, in cambio,  attraverso il mio andare spero di diffondere un po’ quello che la federazione porta avanti da molti anni, ovvero la sostenibilità, l’eco-compatibilità e la bellezza del muoversi in bicicletta.

Caterpillar, radio2, mi seguirà con dirette radiofoniche.

Per voi : se volete seguirmi, se pensate che quello che sto per fare sia interessante, se anche voi avete provato la voglia di aggiornarvi, reinventarvi, guardare da un altro punto di vista l’intera vita, uscire dalla propria cornice, insomma scoprire nuove risorse e sfidare i propri limiti, sarete le persone che permetteranno che ciò avvenga e con cui condividerò tutto questo.

Per compiere questo viaggio ho preso due mesi di aspettativa senza stipendio. Ridurrò all'osso le spese che però restano tante. Per questo, chiedo il vostro sostegno. Con me porterò una bandiera della pace, che lascerò, alla fine del viaggio, in terra di Lampedusa. Sono pittrice e vorrei riuscire a dipingere una bandiera da sola affinchè sia unica e ci possa rappresentare. Avrò cura di  scrivere su questo bellissimo simbolo i nomi di ognuno di voi che ha creduto nel mio viaggio e ha contribuito alla sua realizzazione.

Io sono Mila (ormai sui Social  “Mila Vagante”) e questa sarà la mia BiciTerapia.

Spero che insieme sapremo costruire la NOSTRA BiciTerapia.

Grazie

Commenti (12)

Per commentare devi fare
  • OF
    Orsini  buona pedalata Mila vagante!
    • sc
      lecco ciclabile  w la bici leccociclabile@gmail.com
      • NO
        NADIA  Eccomi qui, una goccia del mare di piccole gocce che ti sostengono. In bocca al lupo!
        • tD
          tiziana  Buon viaggio Mila.
          • RS
            Roberto  Un viaggio da una terra dove ieri partivano gli Emigranti ad un isola dove i Migranti oggi arrivano.
            • lb
              lucia  buon tutto
              • sc
                lecco ciclabile  forza milla e buone pedalate
                • IB
                  Irene  Vai Mila, grande campionessa
                  • MV
                    Manuela  Mila sei grande! Ti stimo ed ammiro tanto! Sei un'anima bella e speciale! Ti voglio bene! Vai al massimo e conquista il mondo! Bacioni !
                    • mp
                      marco  via mila, siamo con te! un abbraccio da Asti da Marco, Cristina e la piccola Adele :-)

                      Gallery

                      Community